Esterno giorno – Audrey Hepburn

30 ottobre 2011 § Lascia un commento

Poche parole: andateci. Con un senso di angoscia un po’ forte; immagini private che forse hanno rubato qualcosa e restituiscono una intimità che non ci appartiene. Ragazze filiformi che fanno a gara per paragonare il loro punto vita al Mito. Andateci. Con un groppo alla gola che le immagini delle varie biografie non hanno mai provocato. Le scarpe lunghe (“…che piede che aveva…!) e sottili. Andateci. Con un po’ di dolore e rimpianto, perché il Mito ha vissuto in anni che non tornano, restituito nel cortometraggio dai colori incerti, dalla polaroid che le apparteneva, il piumino per il maquillage e il beauty. Quegli anni non tornano, il senso di angoscia ti saluta quando esci, senza fiato.  Quegli anni non ci sono più e non ritorneranno, come certi miti. Ara Pacis, Roma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Esterno giorno – Audrey Hepburn su La factory di Fia.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: