Vetrine

19 luglio 2016 § Lascia un commento

DSC_2018

29 aprile 2016 § 4 commenti

image

pasticceria Vegana  Berlino.

26 dicembre 2015 § 2 commenti

image

Senza titolo

19 marzo 2014 § 3 commenti

Buongiorno, questa é una prova di pubblicazione, perché ho finito in questo spazio l’ archiviazione gratis delle foto, ho pagato l’abbonamento a Flickr, ma tra qualche giorno inibiranno la possibilità di pubblicare direttamente su WordPress tramite quest’ultimo. Insomma, sono arrabbiata, pare che esistano solo Facebook e Twitter per avere servizi completi, oppure pagare gli spazi virtuali; evidentemente non basta loro subissarci di pubblicità e se una persona vuole continuare a mantenere in vita un piccolo blog senza ambizioni come considero la Factory, ti mettono nelle condizioni di dover dedicare ancora più tempo per poterlo fare. Il “copia” “incolla” funzionerà ugualmente? Proviamoci, ecco allora una vecchia foto scattata dopodomani di tre o quattro anni fa, in tema con la primavera che presto tornerà a sorriderci. Un abbraccio grande, ringrazio pubblicamente le amiche che puntuali ci salutano con i loro commenti. Un grazie a tutte.

Retrò design : anni 40, ’50, ’60, ’70

1 ottobre 2013 § 1 Commento

Le Botteghe degli artigiani si alternano a negozi che raccolgono oggetti di modernariato e vintage; uno di questi si trova a V. del Fico 20/21, “Retròdesign” con oggetti degli anni dal 1940 al 1970. Modernariato e oggetti vintage molto ricercati  vi faranno fare un tuffo nel passato: sculture, sedie, tavoli e vasi di vetro pregiati rivivono mescolati con grande cura, ci sono riviste e dischi,  il classico telefono con il disco dove infilare le dita per comporre il numero, soprammobili che senza esitazione ricordiamo aver visto nella casa di una zia negli anni ’60. Da vedere ! Ringrazio per l’accoglienza e le foto.  (Cliccando sulle foto piccole vi  si aprirà grande)

 

Missione compiuta (luoghi da esplorare prossimamente, in compagnia)

10 settembre 2013 § 2 commenti

Missione compiuta: temendo di dimenticare la strada dove avevo visto una sorta di officina della chitarra,venerdì pomeriggio sono tornata come Pollicino sul sentiero che mi aveva portato fin lì, un po’ distrattamente. Ecco che ho quindi ritrovato il negozio : é Musicarte – La nuova bottega – in via Fabio Massimo 32/34, tra la fermata di Lepanto e Ottaviano, e non é proprio una fabbrica come avevo creduto: é una officina per riparare le chitarre e gli strumenti a corda. La cosa meravigliosa che mi aveva affascinato era la vetrina inondata di sole, con i liutai curvi sulle sagome di legno che stanno attaccate. Questa immagine mi aveva colpito. Erano le 14, quel giorno. Venerdì invece le 18 e naturalmente non ho ritrovato quella poesia dovuta alla luce, per cui quando andremo … mattina. Sono entrata, timida come sempre quando rompo le scatole , in questo caso a chi chino e concentrato sui pezzi di legno leviga e lucida e trattiene il fiato . Il profumo del legno buono mi piace, l’atmosfera , silenziosamente religiosa mi piace, alla cassa mi accoglie una signora gentile, chiedo se potremo fare alcuni scatti , acconsente prendo il biglietto da visita, … . Missione compiuta.  Ripeto, non é proprio la fabbrica che avresti voluto vedere te, ma il colore e il profumo del legno con quelle forme rotondeggianti sono meravigliose.

ps. Accanto ho trovato una gelateria molto interessante,  ho fatto scatti , forse l’arredamento colpisce troppo  (sembra di essere in un igloo o una nuvola, come spiegano andando nel sito : http://vimeo.com/bcaa/vicefloor) e fai fatica a non lasciarti distrarre  dal cogliere e gustare i sapori della Sicilia nei vari gusti, molto ricercati : ho preso mandarino di Sicilia e Crumble di mirtilli  (lieve sapore di cannella), molto buono, i pezzetti di crumble facevano crunch crunch e mi si attaccavano ai denti e faticavano a sciogliersi, ma si sa, il crumble é così !!

Vi lascio l’elenco degli altri gusti, non sapevo quale scegliere, sono tornati di moda i gelati dentro i cestelli o pozzetto, ricordate?

Vi lascio il sito, un gelatone qui, ve lo consiglio proprio:http://www.viceitalia.it/vice/

 I gusti strepitosi:

CIOCCOLATO AL LATTE E MENTACACAO
VALRHONA AL GRAND MARNIER E ARANCE CANDITE
ZABAIONE AL MARSALA FLORIO TERRE ARSE
MANDORLA DI NOTO E SBRISOLONA
CHEESE CAKE AI MIRTILLI
VIN SANTO ANTINORI E CANTUCCI
PINOLATA PASSITO DI PANTELLERIA CON UVETTA E SBRISOLONA AL CACAO NOCCIOLA TONDA GENTILE DELLE LANGHE IGP
YOGURT ETNA
PURO PISTACCHIO DI BRONTE IGPbCREMA ALL’bUOVO DI PARISI
CREMA VANIGLIA DEL MADAGASCAR
MELONE FRANCESINO ALBICOCCA ZENZERO E VANIGLIA
FICHI / FICHI SETTEMBRINI
CRUMBLE DI MIRTILLI
MANDARINO DI SICILIA CIACULLI
Diary e aspettative – Fiammetta Bruni

DSC_8999DSC_8997DSC_8996DSC_9029DSC_9009DSC_9007DSC_9004DSC_9003DSC_9002DSC_9001DSC_9026DSC_9021

Eataly, Roma – Divagazioni e impressioni

28 agosto 2013 § 1 Commento

Festival della mozzarella a Eataly, luna park del cibo. Ancora non avevo messo il naso .. e sì che sono diversi anni che me lo ripromettevo..ma il richiamo della mozzarella é stato letale, bianco a due pagine sul quotidiano “La repubblica”.
Così, parto, chiedo di fare scatti: accordato. Eccoli qui. Il mondo del cibo come te lo immagini, luminosissimo, pulito, garbato, non sai dove guardare, cosa comprare, se comprare, Poi ti tuffi pure te, con quei carrelli fatti per poche rare cose, preziose prelibatezze che invitano alla compagnia … lontanissima atmosfera dalla spesa del supermercato, al contrario ti cibi di vista, esci che sei sazio anche se non hai mangiato nulla e non hai fame, leggi le insegne che ti sovrastano, le istruzioni per l’uso: “Non salire subito al primo piano, c’é scritto, guardati intorno”. Sembra facile. Appena lo leggo smetto di seguire la coppia davanti a me e faccio quello che dice il cartello.Smarrimento: vengo rapita dai cappellini dei cuochi, dalle t shirt con le scritte, dai guanti chirurgici che affettano e posano pennellate di sfoglia, di pesce, di prosciutto, di formaggio, le piadine, la cioccolata, il gelato, la pasta …si ride sottovoce, ci si bacia, ci si scambiano coccole. Un luna park, una Ikea del pasto, cinquantamilionidichilometriquadraticubi di bottiglie e piatti, di scaffali ridondanti, di olio verdi e un olivo vero abilmente collocato in un giardino di cibaria, ritrovi il chinotto della nonna, la cedrata, un biscotto della Valtellina dueeuroesessanta con i bruscolini, lo compro un’altra volta, i grissini integrali luuunghi luuunghi, delicati, il farro le zuppe , l’orzo …. quante cose, non le ricordo, la birreria mi ha intrigato parecchio, le lezioni, lusso, spropositato per uno stomaco soltanto.
Per capirlo bene questo luogo ci vogliono giornate intere, le mie. Ho deciso che sarà il mio rifugio delle prossime domeniche, di quelle che invece di recarti in chiesa, devotamente varcherai e benedirai per quanto riempimento di spirito ti infonderà, mi dondolo sbocconcellando la mozzarella di Caserta, comprata, la bresaola in offerta, comprata per Alice, mi lascio parlare con gli sconosciuti sul tipo di pasta da provare, ma non mangio pasta io, forse sarà il reparto per me meno interessante, tranne quello della pasta fresca, per un raviolo fatto al momento, potrei fare unno strappo e poi mi piacciono le salse in tutti loro accordi, dal rosso pomodoro essiccato al pistacchio verde, al nero cioccolato; uno a settimana e passerà la voglia. Promesso. E poi, le piadine, da provare. I prosciutti che penzolano. La birra, anzi le birre, quelle sì, stuzzicanti con un legno di salumi … non ho visto verdure, ma forse ero distratta. Insomma, ho annotato tutto, un elenco infinito di passi e sbocconcellate , lentezza, immagino un autunno con la pioggia e me là dentro senza ombrello. Promesso.

post13
post22
pos12
post15
post9
post20 post18
post16
post23 post24
post25

post post2 post3 post4 post5 post7 post8 post6 post9 post10 post11 post14 post20 post19 post21

Sabato in rosa .. country

15 settembre 2012 § 2 commenti

Che state a fare in casa con questo bel sole? E’ sabato pomeriggio, io ho visto molto rosa questa mattina e ve lo propongo, invitandovi, chi può, a fare un salto al negozio  “Country Home” a Ciampino, dove vi aspettano tante novità mooolto country! Di  questo negozio straordinario, negozio é davvero poco calzante, che dico? negozio? un paese dei balocchi divertente vi ho parlato in molti post e continuerò a farlo finché esisterà, prendere una boccata d’ aria in questo luogo magico é come farsi dare una abbracciata di coccole infantili, quelle che spesso ci mancano. Vi auguro un felice fine settimana, ciao ciao!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

un giorno in casa

25 agosto 2012 § Lascia un commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

design dettagli

15 febbraio 2012 § Lascia un commento

Tre minuti tra casa e Tiziano Ferro

3 gennaio 2012 § Lascia un commento


CASAMIA E TIZIANO FERRO.wmv a video by brunifia on Flickr.

Tanto sarebbe dovuto durare il video…invece godetevi solo un minuto e trenta secondi di una canzone straordinaria  .. BUON ANNO !!!

lunch, passeggio e fiori

27 novembre 2011 § 1 Commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

l’ asciugamano

22 novembre 2011 § 1 Commento

finestre

13 novembre 2011 § 3 commenti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cassetta della frutta

11 settembre 2011 § 4 commenti

BENTORNATO settembre !! Eccoci di nuovo qui dopo la lentezza del mese di agosto. State bene? In questo periodo ho preparato un po’ di cosucce, qualche idea con la quale ho passato il tempo con i pennelli, il legno, colla e carta, etc. Vi ricordate il tormentone estivo dello scorso anno? Ma sìì !: il decoupage e i tentativi su plastica …Questa estate  é stata la volta delle cassette di legno della frutta, che già avevamo pitturato di bianco, ..qui … Ho approfondito l’argomento su come utilizzarle  con Jessica ( Sì, la colpa é tutta sua) : Jessica nel suo negozio ha utilizzato la cassetta non solo come porta riviste o contenitore da tenere un po’ ovunque, ma le ha attaccate al muro, componendole come fossero nicchie da tenere in cucina, come porta spezie o come una piccola libreria. E dunque, perché non ricavare un piccolo angolino per i libri e i cd sul terrazzo ? Qualche vasetto di fiori darà un tocco vivace all’insieme. La cassetta originale é di colore marrone anticato, marchio Bloomingville (date una occhiata a questo sito meraviglioso) …  e se la volete acquistare, Jessica a Ciampino vi aspetta nel suo “Country Home“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Country Home (poche parole e tenui colori)

8 luglio 2011 § 2 commenti

Contry home di Jessica Mazzolena è un negozio di oggettistica Country che si trova a Ciampino (RM), Via Roma n. 51. L’ impressione iniziale entrando in questo spazio è quella di trovarti a casa, solo che non sai spiegarti quale casa, perché la mia, voglio dire, non è arredata così, però é la casa intesa come spazio accogliente dove la prima cosa che desideri fare quando entri è toglierti le scarpe, la casa che covi immaginariamente dentro di te, con quell’ atmosfera calda dovuta forse alle pareti finemente colorate di verde. La cosa che mi ha colpito di questo negozio, (chiamarlo negozio mi fa fatica, lo chiamerei piuttosto una factory), quando sono andata a far le foto, è che la luce e l’ atmosfera che avevo respirato le ho ritrovate senza bisogno di ritoccare le immagini. Altra curiosità è vedere la reazione delle persone che si affacciano ed entrano. Ognuno vede e scova gli oggetti in modo diverso. Jessica nel frattempo si scusa per il disordine… lo fa spesso, noi ci guardiamo sorprese perché quello che lei chiama disordine in questo spazio ci sta bene, non esiste disordine, ma una collocazione casualmente soft, così viva e vera da essere naturale. E poi le scritte, le frasi con la grafia infantile sui vetri delle ante, o sulle cassette di legno chiaro, sui cuscini. E sono scritte che nella loro semplicità ti sorprendono: merletti merlettini, cianfrusaglie, da ricordare …  e poi il legno, il colore di quel legno, tutto è vissuto e caldo, qui dentro, qualche oggetto ha una storia, lo sgabello sverniciato, l’ orso, la panca.  Jessica impacchetta un regalino, parla con le clienti, e mentre giri lo sguardo intorno, ti sembra di essere su una giostra, e l’occhio ti cade ora qui ora lì e dici: ma questo prima non c’ era ! Oppure dove era? Di cose ce ne sono tantissime, anche il nastro per impacchettare fa arredamento insieme alle cose più improbabili, le bobine per il cucito, le matite, i fiori secchi, il chiodo che spunta, l’ angioletto, il campanello … mi fermo qui, vi lascio le immagini e sono sicura che anche se la vostra casa non è arredata in questa maniera, un salto a Ciampino a vedere questa meraviglia lo farete proprio e vi verrà voglia di cambiare qualcosa !!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

di mamma ce n’ é una sola

8 maggio 2011 § 1 Commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciampino, “Country Home”.

anteprima

28 aprile 2011 § Lascia un commento

location: Fiucci design, Albano Laziale …. via Alcide de Gasperi, 45

vetrina con tazza

17 febbraio 2011 § Lascia un commento

Mi piacciono, nell’ ordine: l’ idea di utilizzare le tavole impilate una sopra all’altra come cassetti espositori, verniciate di bianco, sono bellissime; il bianco e il nero che si alterna nei piccoli oggetti che si intravedono: le rondini, i biglietti sul piattino …. ; la tazza bianca finita lì per caso; il jeans ripiegato; il riflesso della vetrina che dona l’ idea di una texture con la pioggia. Buona serata !!!

Concept Store

15 febbraio 2011 § 1 Commento

Qualche giorno fa sono approdata in “Tad”, concept store sito in via del Babuino. Ti aggiri  curiosa in questi spazi,  stanze opportunamente nascoste e pertanto da scoprire, con somma sorpresa (mia) ci si imbatte in un parrucchiere, in uno spazio profumato con mensole di vetro sospese leggere e aromi tentennanti al passaggio dei vari cappotti, in un  emporio di oggetti di design introvabili, finalmente il “guardaroba”, una “cucina” per qualche spuntino, uno spazio verde curatissimo e davanti al quale sono rimasta incantata: l’unico spazio dove mi é stato permesso di fare foto, (…ettepareva !) . Più che negozi questi luoghi sono spazi dove sognare, interiorizzi un’ atmosfera impalpabile, esci e ti senti bene, manco avessi passeggiato in un prato, saranno gli odori, le luci sapientemente dosate, dorate o colorate, te ne ritorni nella tua casa dove la massima espressione della luce morbida te la da la candela alla vaniglia e cominci a prendere a calci la sedia di plastica dell’ Ikea. Non so se mi piacciono questi spazi, troppo lontani dalla nostra imperfezione abitativa ,  troppo perfetti nella loro disumanità, irreali e intoccabili. Nuova prospettiva per un concetto di consumo che non é possesso, ma la semplice esplorazione, forse mi piacciono, o forse no. Ok vi saluto, armata di  “pappagallo”, sapete, quell’ arnese che serve per svitare il rubinetto… che perde? sì, vado…ok… Ringrazio “Antichi Parchi” per la disponibilità a far fotografare le meravigliose composizioni floreali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

corpi in mostra

28 dicembre 2010 § 2 commenti

Mi piace andare alle mostre, guardare la gente che si sofferma davanti ad un quadro e cercare di interpretarlo, pensierosa, interrogativa, incuriosita, affascinata dal significato che spesso le é sconosciuto. Sembrano a volte fantasmi che si aggirano silenziosi tra stanze vuote e pareti parlanti. Questa mostra é allestita a Piazza di Pietra, ingresso gratuito, interessante progetto premio “Terna 0Tre” – Roma

Questo slideshow richiede JavaScript.

le conchiglie

20 settembre 2010 § 2 commenti

Questa finestra mi ha sempre intrigato; da qualche giorno ho preso a pensare ad essa come fosse un sipario, immaginando scenari sui quali la luce che filtra attraverso le tende  irrori  gli oggetti rendendoli malinconici, sospesi in uno spazio etereo, scoperta che si rinnova ogni volta che li dispongo e iniziano ad emozionarmi. Ho deciso di dedicare a questa finestra tanti momenti e stagioni ….  Buona settimana !!!

conchiglie

conchiglie primo piano

conchiglie nel bianco assoluto

conchiglie con gli alberi di limone

vestito appeso

9 settembre 2010 § 2 commenti

Che sforzo eh?, la scelta del titolo di questo post !!! 😉 Mi piace sempre tanto l’ abito appeso alla stampella, che rimane indugiando nella luce del tramonto nella stanza disordinata. Buon fine settimana a tutti…

vestitino bianco

 

reggiseno

bianco e nero

fiori rosa

In questo periodo vedo così

25 agosto 2010 § 5 commenti

il piatto con la pastasciutta

6

51

11

2bianco

31

prospettive dal divano una sera annoiata

9 maggio 2010 § Lascia un commento

di tazze, crepuscoli e bigné alla nutella

13 aprile 2010 § 2 commenti

“Ma io sono qui ai vostri comandi, signore mie !” disse Mouret nell’entrarvi, col sorriso sulle labbra. Lo accolse un baccano pressoché trionfale. Dovette farsi più vicino, le signore lo vollero in mezzo a loro. Il sole era tramontato dietro gli alberi del giardino; il giorno cadeva, una leggera ombra invadeva a poco a poco la grande sala. Era il tenero sopravvenire del crepuscolo, quei minuti cioé quasi di discrezione voluttuosa che hanno gli appartamenti parigini fra la luce della strada che s’ attenua e i lumi che qualcuno accende nelle stanze di servizio. ( …………….) e l’attorniavano; quando, a un tratto, Enrichetta osservò ch’ egli non aveva preso neppure una tazza di thé … da  “IL PARADISO DELLE SIGNORE” – Emile Zola

Si ringraziano Silvia e Angelo per il thé alla menta (ne ho bevuto appena un litro e mezzo), i bigné fritti ripieni di  nutella (“nun te preoccupà, quattro fanno un bigné grande, vai tranquilla !”) e  i  servizi di piatti e i cristalli. Buona settimana !

 

Senza titolo (Zagarolo, 18 marzo 2010, Palazzo Rospigliosi)

19 marzo 2010 § Lascia un commento

un’ atmosfera particolare (sta cominciando a piovere)

3 marzo 2010 § 3 commenti

Qualcuno ha detto, ma non so chi sia, che se tocchi un libro tocchi chi l ‘ ha scritto.  E anche per la fotografia e per le arti in genereale é così. Ci sono momenti che ti calzano addosso, te li senti spalmati ben bene, sei quasi fuso con loro, e se questi momenti  così pieni di atmosfera cerchiamo di tradurli in emozione con le immagini, forse anche le immagini daranno una emozione a chi guarda.  Queste foto mi appartengono, soffusa l’ atmosfera che mi é piaciuto creare e condividere. La luce riflessa sulla copertina del libro che incontra il colore dell’ astuccio del rimmel, mi fa cogliere la leggerezza di un tocco immaginario, sospeso ed etereo, leggerezza che ha  riempito una serata che preannuncia pioggia,  libera da “impegni” televisivi scadenti dai quali anzi mi sono volutamente allontanata, per rifugiarmi in questa ricerca che scatto dopo scatto prolungava un piacere, che alla fine mi ha appagato tanto.  Ve le mostro tutte, non sapevo quale scegliere, sono tante,  sarà un tormentone !! Buona giornata a tutti !

 

 

9

io aamo questa casa !

6 dicembre 2009 § 11 commenti

 

A casa di Daddo e Magda.

RIENTRATA !!!!!

30 agosto 2009 § 11 commenti

Buonasera a tutti !! E da domani, o giù di lì … si ricomincia !!!!

p.s. : la modella é Stella

L’ ascensore

15 luglio 2009 § Lascia un commento

Io amo l’ascensore.  Chissà perché ma  é nell’ascensore che spesso ti accorgi di avere quel pezzettino di verdura tra i denti, o alzi l’ascella per cogliere l’alone di sudore, o  lo sguardo assonnato. Ogni volta che mi trovo in ascensore con altre persone, automaticamente rivolgo lo sguardo verso la targhetta con le indicazioni e mentalmente calcolo quando pesa il mio vicino e la sua borsa da computer;  altre invece guardo persa i bottoni dei piani, il tipo di numero usato, se c’é la “T” di terra o semplicemente lo “0”. L’ascensore é imbarazzante quando ti senti imbarazzato ad entrare e non sai dove collocarti, ci sono studi complicatissimi e test del tipo :”dimmi se ti metti al centro o a sinistra e ti dirò chi sei”. Nei film scene importantissime si svolgono nell’ascensore: in “C’é posta per te” Tom Hanks si rende conto di voler lasciare la sua compagna proprio lì, quando lei viene colta da crisi di isterismo dopo appena trenta secondi dal blocco e lui serafico e calmo dà le istruzioni al citofono su come far ripartire la cabina.  Quello di oggi é l’ascensore un po’ oscuro e silenzioso, alluminio moderno e faretti, splendido specchio con occhialone dimenticato, in attesa di imbattermi in quelli che adoro, quelli aristocratici dei palazzi , con la chiusura  a maniglia e la cabina a rete metallica che sale lenta lenta e che un portiere custodisce e ne cura le porticine di legno con oli profumati e grasso tra gli ingranaggi. A volte l’ascensore mi fa venire i brividi.

ma quanto é bello andare in autobus ?

25 giugno 2009 § 7 commenti

controluce, interferenze e rapimenti

9 maggio 2009 § 5 commenti

In ognuna di queste foto c’é qualcosa che mi rapisce.

Stampelle dal colore del sole

21 aprile 2009 § 7 commenti

“Loveshine”, un nuovo negozio di abbigliamento in via del Corso n. 265 a Roma. Gli abiti e l’arredamento sono dei colori del sole al tramonto, il giallo e l’arancio. Ti colpisce l’atmosfera calda e solare,  in questo negozio anche le stampelle fanno la loro bella figura.

Controluce bianco e nero

15 marzo 2009 § 5 commenti

Le orecchie della gatta Campanella (prima parte)

18 febbraio 2009 § 4 commenti

Non è da tutti dipingere le pareti della camera da letto ispirandosi alle sfumature delle orecchie della propria gatta preferita e scoprire che aver giocato con i colori ha conferito all’ambiente un’aria fatata e magica, che stenti a toccare per non sciupare nulla ma da cui ti lasci penetrare. Sfumature ovattate, estremamente piacevoli e rilassanti. La gatta è Campanella, sorda e tranquilla, si è appropriata del letto a due piazze dove gode di quel colore tenue, parte della scenografia. Location di Silvia e Angelo, perfetto esecutore di quel colore incredibile alle pareti, alle ore tredici circa di una giornata di festa piena di sole . Ritornerei ben volentieri verso il tramonto tanto per vedere che colorazione ha assunto la parete lilla, che non  é lilla, forse glicine, boh .. (e sicuramente si farà così tardi da trattenerci per un pezzo di pizza alla pala cucinata nel forno a legna … eh, Angelo, che dici? ;-)))) )

Nella cucina

15 febbraio 2009 § 5 commenti

Tra gli oggetti in cucina si trovano colori e spiragli di luce insoliti e nascosti, ho giocato con essi una sera, mentre la lavastoviglie faceva il suo lavoro, nel silenzio della televisione stanca. Mi sono divertita.

il mio angolo

29 gennaio 2009 § 3 commenti

Ecco, lo dico, quella scritta sul muro mi piace proprio tanto; acquistata da Mia Market, negozio di design che adoro e  venero, in via di Ripetta . Qui in casa mi hanno preso in giro per una settimana, per  via di quella scritta, perché avrei dovuto fare attenzione nel collocarla … dritta, ma era tanta la febbre, quella sera, di vederla appiccicata proprio lì come me l’ero immaginata tante volte, che la lettera “m” mi ha giocato lo scherzo di aprirsi senza avere la possibilità di correggere o tirarla via e rincollarla. Ognuno entrando in casa, diceva : “bella…ma é storta,”  oppure, “la m é aperta rispetto alle altre lettere ” … “comprane altre, di scritte, ma chiama un muratore con la livella “… uffa …

in-bianco-e-nero_620x415

I Fichi

1 gennaio 2009 § Lascia un commento

Candela e luci dell'albero

La musica dei Fichi

I Fichi

I panini al coriandolo

25 dicembre 2008

28 dicembre 2008 § Lascia un commento

Via Alberico II°, Roma

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Interni su La factory di Fia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: