2017 – Buon anno

3 gennaio 2017 § Lascia un commento

La factorydifia smonta  e riapre di qua:

https://lafactorydifia2puntozero.wordpress.com/

Un caro abbraccio a tutti

 

19 settembre 2015 § Lascia un commento

Roma, Lungotevere Garibaldi

 

……

19 settembre 2015 § 1 Commento

Roma, Lungotevere Garibaldi

Street photography – Freschezze e calura

22 luglio 2015 § 1 Commento

Il ventilatore ad acqua sembra rinfrescare la modella della pubblicità all’interno del negozio, mentre a sinistra un passante apre la mano per catturare quella lieve nebbiolina. Momenti perfetti.

Street photography -Trinità dei monti

22 luglio 2015 § 1 Commento

Spesso ci sono situazioni che incantano per i loro colori e contrasti. Quell’arancio che sfuma nel giallo della tunica con la luce del negozio alle spalle. Il colore azzurro della bottiglietta tra le dita sottili. Magie estive e incantate.

Siii…viaggiare !

23 giugno 2015 § 1 Commento

Di marzo e di voglie

1 marzo 2015 § 4 commenti

Imperativo del mese di marzo:ricominciare. Annusare, inventare, immergersi, scoprire, scrutare, muoversi, svegliarsi, stupirsi, guardare, provarci. In una parola: ricominciare.

p

L’ arte in barattolo

7 dicembre 2014 § 1 Commento

Quando passando tra gli scaffali di un supermercato mi sono imbattuta in questo barattolo,  ho pensato che fosse uno scherzo, o che avessi le traveggole. La mitica “Campbell’s” soup é proprio lì, vicino casa mia: la famosa soup di pollo e di pomodoro, mangiata da un giovanissimo Andy Warhol («La ragione per cui dipinse i barattoli della Campbell è che li odiava. Quand’era bambino sua madre gli preparava ogni giorno una di quelle zuppe. Andy si sedeva a tavola e diceva: Mio Dio, mamma, ancora zuppa?»),  e diventata opera d’arte nei suoi famosissimi quadri é sotto i miei occhi, la prendo, me la rigiro tra le mani, ne leggo la provenienza: da Girona, contiene orzo, sedano, cipolla, costa 2,79 euro per 295 gr., scadenza febbraio  2017. Naturalmente la compro. Riuscirò ad assaggiarla? Non lo so , per ora la metto insieme alle spezie in cucina, in bella vista. La sua etichetta rossa é diventata talmente famosa che non vedo più il barattolo e il suo contenuto, vedo l’opera d’arte. Ho cercato in rete qualche altra notizia ed ho trovato questo articolo. Un po’ di pop art in casa ci sta proprio bene.

 

1 giugno 2014 § 2 commenti

Ostia , spiagge

Macro, Roma, scatto tra cornici

21 Maggio 2014 § 1 Commento

Lavanda

27 aprile 2014 § 1 Commento

Luci d’autunno

30 settembre 2013 § 1 Commento

Dato che ci piace godere dell’ alternarsi delle stagioni che ci stupiscono sempre con i colori e profumi,  un tuffo nelle luci d’ autunnno e poi riprendiamo con gli scatti del sabato a zonzo .. Buon martedì !

DSC_9949 DSC_9953
DSC_9960
DSC_9980

DSC_9949

Eataly, Roma – Divagazioni e impressioni

28 agosto 2013 § 1 Commento

Festival della mozzarella a Eataly, luna park del cibo. Ancora non avevo messo il naso .. e sì che sono diversi anni che me lo ripromettevo..ma il richiamo della mozzarella é stato letale, bianco a due pagine sul quotidiano “La repubblica”.
Così, parto, chiedo di fare scatti: accordato. Eccoli qui. Il mondo del cibo come te lo immagini, luminosissimo, pulito, garbato, non sai dove guardare, cosa comprare, se comprare, Poi ti tuffi pure te, con quei carrelli fatti per poche rare cose, preziose prelibatezze che invitano alla compagnia … lontanissima atmosfera dalla spesa del supermercato, al contrario ti cibi di vista, esci che sei sazio anche se non hai mangiato nulla e non hai fame, leggi le insegne che ti sovrastano, le istruzioni per l’uso: “Non salire subito al primo piano, c’é scritto, guardati intorno”. Sembra facile. Appena lo leggo smetto di seguire la coppia davanti a me e faccio quello che dice il cartello.Smarrimento: vengo rapita dai cappellini dei cuochi, dalle t shirt con le scritte, dai guanti chirurgici che affettano e posano pennellate di sfoglia, di pesce, di prosciutto, di formaggio, le piadine, la cioccolata, il gelato, la pasta …si ride sottovoce, ci si bacia, ci si scambiano coccole. Un luna park, una Ikea del pasto, cinquantamilionidichilometriquadraticubi di bottiglie e piatti, di scaffali ridondanti, di olio verdi e un olivo vero abilmente collocato in un giardino di cibaria, ritrovi il chinotto della nonna, la cedrata, un biscotto della Valtellina dueeuroesessanta con i bruscolini, lo compro un’altra volta, i grissini integrali luuunghi luuunghi, delicati, il farro le zuppe , l’orzo …. quante cose, non le ricordo, la birreria mi ha intrigato parecchio, le lezioni, lusso, spropositato per uno stomaco soltanto.
Per capirlo bene questo luogo ci vogliono giornate intere, le mie. Ho deciso che sarà il mio rifugio delle prossime domeniche, di quelle che invece di recarti in chiesa, devotamente varcherai e benedirai per quanto riempimento di spirito ti infonderà, mi dondolo sbocconcellando la mozzarella di Caserta, comprata, la bresaola in offerta, comprata per Alice, mi lascio parlare con gli sconosciuti sul tipo di pasta da provare, ma non mangio pasta io, forse sarà il reparto per me meno interessante, tranne quello della pasta fresca, per un raviolo fatto al momento, potrei fare unno strappo e poi mi piacciono le salse in tutti loro accordi, dal rosso pomodoro essiccato al pistacchio verde, al nero cioccolato; uno a settimana e passerà la voglia. Promesso. E poi, le piadine, da provare. I prosciutti che penzolano. La birra, anzi le birre, quelle sì, stuzzicanti con un legno di salumi … non ho visto verdure, ma forse ero distratta. Insomma, ho annotato tutto, un elenco infinito di passi e sbocconcellate , lentezza, immagino un autunno con la pioggia e me là dentro senza ombrello. Promesso.

post13
post22
pos12
post15
post9
post20 post18
post16
post23 post24
post25

post post2 post3 post4 post5 post7 post8 post6 post9 post10 post11 post14 post20 post19 post21

Rossi alle nove di una mattina di luglio

5 agosto 2013 § 1 Commento

c

b

a

7 aprile 2013 § 1 Commento

DSC_0246

Fiore … cuore… Amore !!!

14 febbraio 2013 § 1 Commento

fiore cuore...amore

Messa a fuoco nell’ attesa

5 gennaio 2013 § Lascia un commento

DSC_0163

E voi: quanti primi giorni della vostra vita avete avuto?

21 dicembre 2012 § 3 commenti

E voi: quanti primi giorni della vostra vita avete avuto?
Libri, carta stampata e canzoni: tutto ci parla, tutto ci esprime, tutto esprime i nostri stati d’animo. Da circa un anno Fulvio (che mi traduce simultaneamente all’ ascolto le sue canzoni) mi ha fatto conoscere un cantante/autore Conor Oberst dei Bright Eyes, del quale ho postato il video qualche giorno fa, “First Day Of My Life” . Rivedendolo più volte, ho finalmente capito perché mi aveva colpito : mi piace immaginare i protagonisti coinvolti nel video in qualche modo ignari della ripresa e per questo spontanei, e mi sono chiesta perché avessero tutti quelle facce sorridenti e sognanti: coppie ascoltano le parole delle canzone, chi arrossisce, chi tocca il compagno, chi lascia sorridere l’ occhio quasi con la vergogna di provare certi sentimenti, quasi a rubare un intimo pensiero languido … alcuni sono attori, però … ho cercato quindi la traduzione di questa canzone e ve la lascio, un regalino affinché venga voglia anche a voi di scoprire un grande cantante/autore

“First Day Of My Life” – Oggi è il primo giorno della mia vita.
Giuro di esser nato proprio sulla porta.
Sono uscito nella pioggia ed improvvisamente tutto è cambiato
Ed ora già stanno stendendo teli sulla spiaggia

Il tuo è il primo volto che ho visto
Credo di esser stato cieco prima di averti incontrato.
Ed ora non so dove sono,
Non so dove sono stato
Ma so dove voglio andare

Per cui pensavo di farti sapere…
Che queste cose durano per sempre
Ed io in particolare sono molto lento
Ma ho capito che ho bisogno di te
E mi chiedevo se potessi venire a casa…

Ricordi quando hai guidato tutta la notte
Solo per incontrarmi al mattino?
E pensai che era strano, tu dicesti che tutto era cambiato
E che ti sentivi come se ti fossi appena svegliata
E mi dicesti “Oggi è il primo giorno della mia vita.
Sono felice di non esser morta prima di averti incontrato
Ed ora non mi importa, potrei andare dovunque con te
E probabilmente sarei felice”
Quindi se vuoi stare con me
Con queste cose non c’è bisogno di parlare,
dobbiamo solo aspettare e vedere.
Ed anche se preferirei avere uno stipendio fisso
Piuttosto che aspettare di vincere la lotteria…
Ad ogni modo, forse questa volta è diverso
Voglio dire, penso davvero di piacerti…

Sposami !!!

savon, fleurs, livres

14 luglio 2011 § 2 commenti

Abbinamenti

21 marzo 2011 § Lascia un commento

vetrina con tazza

17 febbraio 2011 § Lascia un commento

Mi piacciono, nell’ ordine: l’ idea di utilizzare le tavole impilate una sopra all’altra come cassetti espositori, verniciate di bianco, sono bellissime; il bianco e il nero che si alterna nei piccoli oggetti che si intravedono: le rondini, i biglietti sul piattino …. ; la tazza bianca finita lì per caso; il jeans ripiegato; il riflesso della vetrina che dona l’ idea di una texture con la pioggia. Buona serata !!!

primi colori

7 febbraio 2011 § 2 commenti

Questo slideshow richiede JavaScript.

senza titolo

4 febbraio 2011 § 2 commenti

A scuola di fritti di Carnevale !!!

1 febbraio 2011 § 2 commenti

Secondo me il  termine Pasticceria deriva da pasticciare, e pasticciare é la sensazione che  ho ogni volta che affacciandomi al laboratorio di una mia amica,  Gianna,   la vedo correre di qua e di là tra forni profumati di cannella, farine sbuffanti e  zuccheri leggeri e per la quale pasticciare é indispensabile come respirare. Spesso vi ho parlato di lei attraverso le foto dei dolcetti che le piace inventare e sperimentare, sua é la Sacher quadrata e tutti i biscotti che non posso fare a meno di portarmi a casa. Ogni tanto,  per accontentare amiche curiose e speranzose di ottenere tra le mura di casa un dolcetto fatto bene, Gianna apre le porte del suo laboratorio, dove elargisce consigli e riflessioni su cotture  e consistenze di paste e composti, che badate bene, “vanno odorati e manipolati” per  capire se nel forno lieviteranno a dovere. Forse il segreto dei suoi dolcetti é tutto qui … nel pasticcio da coccolare, manipolare e odorare. In queste incursioni ho cominciato a infilarmici anche io, naturalmente senza imbrattare la macchina di farina !!!!, ma solo per assaggiare e regalare qualche momento di magia con queste foto manipolate (questa volta sì) con l’aggiunta di una tinta tenue per renderle ancora più pasticciose!

Questo slideshow richiede JavaScript.

digressioni monocromatiche

25 gennaio 2011 § 3 commenti

Li abbiamo comprati di ogni colore: verdi che sanno di terra e fieno, blu che sanno di mare cielo e aria, questa volta li hanno fatti di un non colore che mi fa impazzire e toglie il fiato ogni volta che lo vedo. Mi riferisco ai fiori secchi dell’ Ikea (santo papà Ikea…, je farebbe un monumento !) . Il lilla, sfumato di rosa, che sa ovviamente di lavanda, ricorda un glicine di qualche tempo fa. Mi ci sono tuffata ieri pomeriggio approfittando di un nuvoloso raggio pallido di sole, giocando con le aperture varie, tanto da sfumarle all’ inverosimile … Buon pomeriggio !!!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

“Si gira !”

16 gennaio 2011 § Lascia un commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

milleventisette …

6 gennaio 2011 § 2 commenti

… sono gli sguardi,  gli scatti contenuti in questo blog, che momento dopo momento hanno accompagnato questi ultimi miei due anni. A volte ho voglia di ripescarli, per ritornare indietro e riprovare quelle emozioni provate un attimo prima del magico click. Così ho pensato di rivedere qualcosa del 2010, un concentrato dell’ anno appena passato, a me sembra appena cominciato …

Buona settimana a tutti !

Questo slideshow richiede JavaScript.

quando la pioggia non fa male

26 dicembre 2010 § Lascia un commento

Venite a fare una passeggiata con me, Roma, la pioggia e le luci. Buona giornata

Questo slideshow richiede JavaScript.

caldo Natale

25 dicembre 2010 § Lascia un commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

19 dicembre

19 dicembre 2010 § 4 commenti

Questo slideshow richiede JavaScript.

18 dicembre

18 dicembre 2010 § Lascia un commento

17 dicembre

17 dicembre 2010 § 3 commenti

14 dicembre

14 dicembre 2010 § Lascia un commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

tredici dicembre

13 dicembre 2010 § 2 commenti

dodici dicembre

12 dicembre 2010 § Lascia un commento

dieci dicembre

10 dicembre 2010 § Lascia un commento

nove dicembre

9 dicembre 2010 § Lascia un commento

quello che resta ….

1 giugno 2010 § 4 commenti

2

fiori secchi

25 novembre 2009 § 6 commenti

Ho scoperto per caso che le viole del pensiero, semplicemente lasciate seccare, senza schiacciarle nelle pagine dei libri, , si rimpiccioliscono, si ritirano come quando si sbaglia il programma della lavatrice e tiri fuori il maglione che manco ad un neonato …. Mantengono inoltre i loro disegni intatti all’interno e sembrano di carta. Eccoli qui, deliziosi, leggeri e delicati. Chissà, magari si possono utilizzare per qualche decorazione sulla tavola … bye bye

Nella cucina

15 febbraio 2009 § 5 commenti

Tra gli oggetti in cucina si trovano colori e spiragli di luce insoliti e nascosti, ho giocato con essi una sera, mentre la lavastoviglie faceva il suo lavoro, nel silenzio della televisione stanca. Mi sono divertita.

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag fotografia su La factory di Fia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: