Petite Meller

1 agosto 2015 § 2 commenti

Mi sono innamorata. Eccola qui l’ultima resa di fronte alla bellezza ideale nella mia testa e alla creatività, talento inconsapevole o volutamente costruito,  non importa. Questa volta la reincarnazione di miti della pop art sembra aver fatto centro nell’attualità dei giorni nostri. E’ stata una folgorazione per me. Magra, disarmante, decisa, giocherellona, la voce gutturale o lieve, sussurrata, una finta fragilità dalla pelle di cera, esplosiva e chic. Colorata.  In rete non trovo la sua età,  origine franco polacca, modella e ora cantante, ma dire cantante è riduttivo, perché percepisco qualcosa in lei che me la fa sublimare,  possibile capolavoro trasformata in un pezzo d’arte. Certo non siamo negli anni’60 dove tutto sembrava dettare moda e destinato a sopravvivere  nel tempo enfatizzando l’idea, per il momento guardando i video di questa ragazza provo l’ illusione che ancora oggi, di tanto in tanto,  il passato rivisitato possa tornare e dire qualcosa di nuovo nel tempo, con l’ allure di quegli anni. Quella proiezione alla consacrazione ideale di bellezza, di libertà. Petite Meller. Ti amo, sì.

senza titolo

29 novembre 2011 § Lascia un commento

senza titolo

Supra red shoes
$120 – suprafootwear.com

Obey black hat
$25 – zumiez.com

Hair bow accessory
$24 – modcloth.com

Little Flirt Lash
$15 – benefitcosmetics.com

la molletta per i capelli

28 marzo 2011 § 16 commenti

Flavia e la sedia

13 marzo 2011 § 2 commenti

Questa posa l’ ho spudoratamente ricopiata da un corto,  quello di Isabella Noseda, regista emergente, autrice di “Ricordati che sei Polvere”. In una scena  ha utilizzato una sedia al contrario, poggiando lo schienale per terra.  Spero non me ne voglia,  idea sorprendente  !!!! E questa splendida ragazza si chiama Flavia, ha posato per me con molta ironia, altre sue foto le trovate su flickr.  Ciao buona settimana a tutti !!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

poltrona in plastica (chair fashion) – découpage (2)

3 agosto 2010 § 7 commenti

Salve.  Forse si sentono così coloro che si cimentano nella creazione di qualcosa, che sia una sciarpa di lana, che sia un colore da  far  assorbire su una tela, che sia cucinare un piatto elaborato … si sente quella bramosia nell’  accostare i suoni , i profumi e colori, una febbre  che ti spinge a realizzare  per godere il risultato, una febbre che ti porta alla sazietà nel momento in cui dici: ecco fatto, questo volevo, é proprio così …  Questa é più o meno  l’ emozione del durante … Come anticipavo nei giorni scorso vi presento il primo vero protagonista del lavoro di découpage che sabato e domenica scorsi mi ha vista  impegnata nella sua creazione.  Secondo me,  é una piccola opera d’ arte (ehh… sì sì, ), sia per la  pazienza certosina nell’ incollare le varie parti  cercando di evitare le famigerate bolle di aria tra la plastica e la carta, sia per la ricerca di una certa armonia nella scelta delle immagini da incollare (sembrano buttate lì a caso …, ma anche noooo !!!) , sia perché alla fine ti ritrovi le dita e le mani sotto uno strato di vinilica che a spellarti non finisci fino alle undici … Fatto sta, signori e signore,  che sono orgogliosissima di presentarvi una rivisitazione della più classica e insulsa poltroncina da giardino bianca che con il passare degli anni é ingrigita accantonata nella cantina, sotto il sole battente o la pioggia umida, insomma ecco un vero trono da regalare all’ amica del cuore per il suo compleanno, oppure per sentirvi regine mentre vi truccate la mattina prima di buttarvi sotto la metropolitanta (nel senso che normalmente le metropolitane stanno sotto-terra …), oppure messa lì nel microscopico salone  di casa vostra mia, insomma, se vi piace, ricopiatela utilizzando altri disegni, altre sfumature, altri “temi”, provare per credere, costo quasi zero, divertimento assicurato, una giornata di impegno, insomma… ecco un’ idea simpatica per riciclare con gusto un oggetto “povero” e dozzinale facendolo rivivere come un vero oggetto di design !  Grazie per gli applausi che so arriveranno a gogo (prrrrrrrrrrrrrrrr e ahahahahah ah aha ahah). Buon domani a tutti !!!


un’ atmosfera particolare (sta cominciando a piovere)

3 marzo 2010 § 3 commenti

Qualcuno ha detto, ma non so chi sia, che se tocchi un libro tocchi chi l ‘ ha scritto.  E anche per la fotografia e per le arti in genereale é così. Ci sono momenti che ti calzano addosso, te li senti spalmati ben bene, sei quasi fuso con loro, e se questi momenti  così pieni di atmosfera cerchiamo di tradurli in emozione con le immagini, forse anche le immagini daranno una emozione a chi guarda.  Queste foto mi appartengono, soffusa l’ atmosfera che mi é piaciuto creare e condividere. La luce riflessa sulla copertina del libro che incontra il colore dell’ astuccio del rimmel, mi fa cogliere la leggerezza di un tocco immaginario, sospeso ed etereo, leggerezza che ha  riempito una serata che preannuncia pioggia,  libera da “impegni” televisivi scadenti dai quali anzi mi sono volutamente allontanata, per rifugiarmi in questa ricerca che scatto dopo scatto prolungava un piacere, che alla fine mi ha appagato tanto.  Ve le mostro tutte, non sapevo quale scegliere, sono tante,  sarà un tormentone !! Buona giornata a tutti !

 

 

9

vetrine, moda, donne … come erano

15 gennaio 2010 § 18 commenti

Ho finito questa mattina la biografia di Coco Chanel di Signorini, ma già da qualche mese, non so dire come mai mi sento fortemente attratta dalla moda.  Mi spiego meglio: non sono una seguace delle tendenze attuali  anzi, piuttosto, hanno ottenuto su di me un atteggiamento assolutamente contrario in fatto di gusti, al punto tale da desiderare di immergermi sempre di più nelle atmosfere  anni ‘ 50 e poco più giù, perchè dagli ottanta in poi … trovo che non ci sia stato più nulla di interessante, ma solo rivisitazioni di stili che rimangono immortali per l’ eleganza.  La foto   l’ ha scattata Alice mentre passeggiavo in una via del centro e la rielaborazione é stata fatta con Polyvore.com e Picasa .

Accessori Anni ’60

15 gennaio 2009 § 4 commenti

stivale-anni-60

molto-glamour

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag glamour su La factory di Fia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: