29 aprile 2016 § 4 commenti

image

pasticceria Vegana  Berlino.

un giorno in casa

25 agosto 2012 § Lascia un commento

Questo slideshow richiede JavaScript.

l’ attesa

14 maggio 2012 § Lascia un commento

l' attesa

l’ asciugamano

22 novembre 2011 § 1 Commento

In questo periodo vedo così

25 agosto 2010 § 5 commenti

il piatto con la pastasciutta

6

51

11

2bianco

31

le orecchie …(seconda parte) con pollo, zerbino e altro

19 febbraio 2009 § 12 commenti

Non  è da tutti avere uno zerbino per pulirsi le scarpe e vederci nascere foglioline fresche nate da semini impazziti che volano qua e là

Le orecchie della gatta Campanella (prima parte)

18 febbraio 2009 § 4 commenti

Non è da tutti dipingere le pareti della camera da letto ispirandosi alle sfumature delle orecchie della propria gatta preferita e scoprire che aver giocato con i colori ha conferito all’ambiente un’aria fatata e magica, che stenti a toccare per non sciupare nulla ma da cui ti lasci penetrare. Sfumature ovattate, estremamente piacevoli e rilassanti. La gatta è Campanella, sorda e tranquilla, si è appropriata del letto a due piazze dove gode di quel colore tenue, parte della scenografia. Location di Silvia e Angelo, perfetto esecutore di quel colore incredibile alle pareti, alle ore tredici circa di una giornata di festa piena di sole . Ritornerei ben volentieri verso il tramonto tanto per vedere che colorazione ha assunto la parete lilla, che non  é lilla, forse glicine, boh .. (e sicuramente si farà così tardi da trattenerci per un pezzo di pizza alla pala cucinata nel forno a legna … eh, Angelo, che dici? ;-)))) )

il mio angolo

29 gennaio 2009 § 3 commenti

Ecco, lo dico, quella scritta sul muro mi piace proprio tanto; acquistata da Mia Market, negozio di design che adoro e  venero, in via di Ripetta . Qui in casa mi hanno preso in giro per una settimana, per  via di quella scritta, perché avrei dovuto fare attenzione nel collocarla … dritta, ma era tanta la febbre, quella sera, di vederla appiccicata proprio lì come me l’ero immaginata tante volte, che la lettera “m” mi ha giocato lo scherzo di aprirsi senza avere la possibilità di correggere o tirarla via e rincollarla. Ognuno entrando in casa, diceva : “bella…ma é storta,”  oppure, “la m é aperta rispetto alle altre lettere ” … “comprane altre, di scritte, ma chiama un muratore con la livella “… uffa …

in-bianco-e-nero_620x415

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag Interni su La factory di Fia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: